Category

Parola

Category

Parole per ascoltare la Parola

«Va’ nella tua casa, dai tuoi, annuncia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la misericordia che ha avuto per te»

Ti è mai capitato di raccontare la misericordia che il Signore ha avuto per te? In ogni caso oggi possiamo provarci!
dL

Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa.

Un uomo che non sa la teoria, ma conosce la pratica e dunque fa.
dL

Fratelli, rendo grazie a colui che mi ha reso forte, Cristo Gesù Signore nostro, perché mi ha giudicato degno di fiducia mettendo al suo servizio me, che prima ero un bestemmiatore, un persecutore e un violento.

Chiunque faccia l’esperienza dell’incontro col Signore, può parlare di un “prima” e di un “oggi”!
dL

Sul far della sera, gli si avvicinarono i discepoli e gli dissero: «Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congeda la folla perché vada nei villaggi a comprarsi da mangiare».

Il contrario del deserto è il cibo: nel deserto si muore, il cibo mette in relazione! Il vero peccato è perdere la fiducia nella relazione che dà vita.
dL

«Chi ha orecchi per ascoltare, ascolti!»

Non si tratta di un’affermazione banale! Occorre la volontà di ascoltare, ma occorre anche avere orecchi! Ma chi non ha orecchi?!
dL

«Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli!

Che capiti a ciascuno di noi la gioia di guardarsi intorno e dire: ecco…!
dL