Category

Parola

Category

Parole per ascoltare la Parola

Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo.

Gesto inspiegabile, profumo impalpabile… eppure Gesù ne coglie il senso.
Coglierà anche il senso della nostra vita!
dL

E pregate anche per me, affinché, quando apro la bocca, mi sia data la parola, per far conoscere con franchezza il mistero del Vangelo.

In questo giorno la Chiesa consegna il credo ai catecumeni. “Far conoscere con franchezza il mistero del vangelo”, non può certo rimanere una preoccupazione personale solo di San Paolo!
dL

Le guardie tornarono quindi dai capi dei sacerdoti e dai farisei e questi dissero loro: «Perché non lo avete condotto qui?». Risposero le guardie: «Mai un uomo ha parlato così!». Ma i farisei replicarono loro: «Vi siete lasciati ingannare anche voi? Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei? Ma questa gente, che non conosce la Legge, è maledetta!».

E invece la maledizione è proprio il negare l’evidenza in nome della legge!
dL

Si compirà tutto ciò che fu scritto dai profeti riguardo al Figlio dell’uomo: verrà infatti consegnato ai pagani, verrà deriso e insultato, lo copriranno di sputi e, dopo averlo flagellato, lo uccideranno e il terzo giorno risorgerà». Ma quelli non compresero nulla di tutto questo; quel parlare restava oscuro per loro e non capivano ciò che egli aveva detto.

In un certo senso rimarrà sempre oscuro! Chi può comprendere il mistero del male?! …e mentitore è chiunque esibisca spiegazioni!
dL

Il Signore Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?».

Fermiamoci pure a questa domanda (che è seria e non prelude solamente a quella successiva). Noi abbiamo l’idea di cosa la gente pensa di Gesù?
dL

Gli rispose Marta: «So che risorgerà nella risurrezione dell’ultimo giorno». Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Credi questo?».

C’è un abisso tra credere nella risurrezione e credere che Gesù è la resurrezione! Ed è ancora più sconvolgente che la Chiesa  – suo corpo! – possa e debba rivolgere le stesse parole all’uomo di questo mondo: io sono la risurrezione!
dL