Author

donlorenzo

Browsing

Il Consiglio – si sa! – è un dono dello Spirito Santo. E il Consiglio Pastorale… che cos’è?! Una specie di riunione condominiale? Degli incontri per “i soliti che fanno tutto”? Un gruppo di “fedelissimi” del parroco? Un piccolo Parlamento che decide come spendere i soldi della Parrocchia? Un itinerario di particolare catechesi e approfondimento della Parola di Dio? Nulla di tutto ciò… ma anche sì: qualcosa di tutto ciò! Partiamo, però, da un fatto: tra pochi mesi dovremo rinnovare…

Perché un giorno è più importante d’un altro,
se tutta la luce dell’anno viene dal sole?
È perché sono stati distinti nel pensiero del Signore,
che ha diversificato le stagioni e le feste.
Ha esaltato e santificato alcuni,
altri li ha lasciati nel numero dei giorni ordinari.

Si vive decisamente meglio riconoscendo che esiste un pensiero che rende diverse cose che sembrerebbero uguali. Si vive decisamente meglio rendendosi conto che è il senso che orienta il tempo e non il tempo che cancella il senso!
dL

«Da dove gli vengono queste cose? E che sapienza è quella che gli è stata data? E i prodigi come quelli compiuti dalle sue mani? Non è costui il falegname, il figlio di Maria, il fratello di Giacomo, di Ioses, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle, non stanno qui da noi?».

Il pregiudizio è che un falegname non possa essere sapiente! Che uno normale non possa essere Dio. Proprio così: tu ci credi che il tuo vicino di casa lo sia?!
dL

E là dove giungeva, in villaggi o città o campagne, deponevano i malati nelle piazze e lo supplicavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello; e quanti lo toccavano venivano salvati.

Occorre desiderare di essere salvati! (Che se ci accorgessimo che così non è… perché?!)
dL

Qualcuno si spaventa ancora un po’ perché qualche tempo fa questo sacramento veniva chiamato “Estrema Unzione”. Qualcuno potrebbe pensare “già che ci sono lo prendo anch’io”… Come sempre gli estremi sono sempre sbagliati e davvero non vorrei che nessuno cadesse in queste esagerazioni! Il Sacramento dell’Unzione dei Malati esprime proprio la tenerezza con la quale il Signore ci è vicino anche nella sofferenza. Ci è vicino, ci sostiene, ci dà forza perché possiamo vivere la sofferenza come lui! Con amore.…

Mosso dallo Spirito, si recò al tempio e, mentre i genitori vi portavano il bambino Gesù per fare ciò che la Legge prescriveva a suo riguardo, anch’egli lo accolse tra le braccia…

Spirito santo e forte, muovi anche ciascuno di noi perché abbiamo l’audacia di accogliere tra le nostre braccia incerte la tenerezza che illumina e salva!
dL