“Ali”

Come il caffè

Cari amici che oggi sarete scelti (eletti) per far parte del Consiglio Pastorale, siate per noi tutti… come il caffè!
San Paolo scriveva; “Poiché vi è un solo pane, noi siamo, benché molti, un solo corpo: tutti infatti partecipiamo all’unico pane”. (1Cor 10,17) E Sant’Ignazio di Antiochia: “Scrivo a tutte le chiese, e a tutti annunzio che morrò volentieri per Dio, se voi non me lo impedirete. Sono frumento di Dio, e sarò macinato dai denti delle fiere per divenire pane puro di Cristo”.
Diversi canti e preghiere esprimono la stessa idea parlando dell’uva che diventa un solo vino. Se ai tempi di Gesù ci fosse stato il caffè, credo che lui lo avrebbe certamente apprezzato e bevuto spesso con gli amici.
Da tanti chicchi un’unica tazzina. Che poi diventa anche occasione di incontro e di buon umore all’inizio della giornata!
Domenica scorsa la Prima Comunione e Pentecoste, oggi la Santissima Trinità e il Consiglio Pastorale, giovedì il Corpus Domini (andiamo insieme alla processione cittadina!): un unico caffè!!!
Nessuno si scandalizzi: la Chiesa è un mistero di Comunione! Piuttosto dovremmo scandalizzarci del contrario: individualismo, egoismo, nazionalismo… tutto ciò che divide viene dal diavolo! E ci stiamo anche preparando alle elezioni europee…
I cristiani del 2024 sono pronti ad essere “macinati dai denti delle fiere” perché ne esca un buon caffè che renda la società più degna del suo nome (“insieme di amici”)?
Nota bene: l’unico pane offerto una volta per tutte a salvezza di tutta l’umanità rimane sempre e solo Gesù! Buona festa del Corpus Domini!

PER CRESCERE UN BAMBINO
CI VUOLE UN INTERO VILLAGGIO

E per quattrocentocinquanta? Ci vuole una comunità e oltre.. Sta per iniziare il viaggio affascinante dell’estate in oratorio inteso come un vero e proprio cammino sulla strada della “saggezza”: toccando, attraverso proverbi e modi di dire, ogni cultura del nostro mondo meraviglioso. Sono quattro settimane intense per dare ristoro e buon umore ai più piccoli. Bastano ottanta animatori delle scuole superiori? Certo che no! Occorre un villaggio intero! Un intero quartiere!

Per far cosa?

Accompagnare nelle uscite/gite o anche nei piccoli spostamenti tra le case del nostro quartiere. Pulire e rendere profumati gli ambienti che frequentano tutto il giorno. Sostenere economicamente le famiglie più in difficoltà nei pagamenti (tranne le gite un bambino spende per quattro settimane 125 euro). Organizzare i momenti di laboratorio al mattino dalle 10.00 alle 11.30. Preparare e distribuire le merende sia a San Gabriele che a santa Maria Beltrade al mattino (10.00-11.00) e al pomeriggio (14.30-15.30). Prendersi cura del servizio mensa al lunedì mercoledì e venerdì dalle 11.45 alle 14.30. Presenziare vigilando negli ambienti con un servizio “portineria”. Rendersi disponibili per un servizio di cura infermieristica e sostegno alle fatiche del corpo. Offrire le leccornie del bar e insegnare a fare i conticini ai più piccoli.

Tre suggerimenti se puoi renderti disponibile.

  1. Prega nel tuo cuore che tutto vada bene, che i ragazzi si riposino e sia una bella esperienza di vita per tutti, una occasione di crescita nella fraternità come vuole Gesù
  2. Contatta don Giuseppe e don Lorenzo per indicare il tuo possibile intervento o dare offerta
  3. Se hai tempo ed energie segnati questi appuntamenti per settimana prossima:

• Lunedì 27 ore 18.00 gruppo disponibilità gite e uscite

• Martedì 28 ore 18.00 gruppo disponibilità servizio mensa

• Mercoledì 29 ore 18.00 gruppo disponibilità merende

PREGHIERE DEI FEDELI

Preghiamo insieme e diciamo: Ascoltaci, Signore, nostro Dio.
Anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio. Signore, la nostra testimonianza di cristiani in questo quartiere è talvolta sbiadita e spenta. Donaci il tuo Spirito, che dimori in noi, così che con leggerezza e insieme profondità possiamo narrare alle giovani generazioni una fede credibile e coinvolgente. Ti preghiamo.
A chi vorrò far grazia farò grazia. Signore, il tuo sguardo di amore è sempre rivolto verso l’umanità concreta, gente in cammino come il popolo di Israele nel deserto, debole e ferita dalla vita, facile preda di delusioni e falsi idoli. Illumina il volto di ogni uomo e donna, custodiscilo nella cavità della rupe, perché sperimenti la tua presenza che perdona e accompagna. Ti preghiamo.
Ma tu non potrai vedere il mio volto. Vedere tutto con chiarezza e toccare con mano è proprio della nostra generazione; Il tuo Santo Spirito ispiri pazienza nella ricerca di Te, desiderio di fraterna condivisione ad ogni persona che verrà eletta nel nuovo consiglio pastorale. Ti preghiamo.
Lo spirito tende alla vita e alla pace. Per quanti ricoprono ruoli di responsabilità nella società, perché il loro discernimento nelle scelte sia guidato da criteri di vita e di pace e non da criteri di morte e potere. Ti preghiamo.
Il suo amore per mille generazioni. accogli, Signore, nel tuo amore quanti in questa settimana hanno terminato il loro cammino sulla terra Paredes Alva Yolanda e Proserpio Emilia. Conforta i loro cari, perché l’amore da loro seminato non è andato perduto, ma è da te accolto e sempre costantemente ridonato in quanti li hanno conosciuti e amati e per tutti i defunti…  Ti preghiamo.

-> Scarica Ali_249_26-05-2024.pdf