Archive

Febbraio 2021

Browsing

Sei giorni lavorerai e farai ogni tuo lavoro; ma il settimo giorno è il sabato in onore del Signore, tuo Dio: non farai alcun lavoro, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo schiavo, né la tua schiava, né il tuo bue, né il tuo asino, né il tuo bestiame, né il forestiero che dimora presso di te, perché il tuo schiavo e la tua schiava si riposino come te.

Tutti i comandamenti sono un dono che Dio fa al suo popolo, ma questo varca i confini: il sabato è una faccenda assoluta, riguarda tutti, forestieri compresi. Che Dio sarebbe se fosse Dio solo del suo popolo? Tutto l’universo si deve fermare a riconoscere che Dio è Dio!
dL

Tu sei l’altro Accorgersi degli altri è già una cosa molto importante e molto bella. Fare qualcosa per gli altri ancora meglio. Ma c’è di più! Quando parliamo di “altro” abbiamo in mente che c’è qualcosa che conosciamo bene e di cui conosciamo i confini e poi c’è qualcosa che è oltre quel confine e che non conosciamo bene, che è diverso, strano, a volte un po’ incomprensibile e fastidioso, qualche volta anche attraente e affascinante. Ma la faccenda più…

Beato l’uomo che non entra nel consiglio dei malvagi,
non resta nella via dei peccatori
e non siede in compagnia degli arroganti,
ma nella legge del Signore trova la sua gioia,
la sua legge medita giorno e notte.

Così inizia il libro dei Salmi, così può iniziare la nostra Quaresima: con il desiderio di trovare gioia nell’ascoltare il Signore!
dL

In un luogo eccelso e santo io dimoro, ma sono anche con gli oppressi e gli umiliati, per ravvivare lo spirito degli umili e rianimare il cuore degli oppressi. Poiché io non voglio contendere sempre né per sempre essere adirato; altrimenti davanti a me verrebbe meno lo spirito e il soffio vitale che ho creato.

Ravvivare, rianimare, spirito, soffio vitale…  Dio è sempre vita!
dL

Insieme… Lavorare insieme, si sa, non è facilissimo, ma funziona: l’unione fa la forza, quando si collabora, appunto. Se poi si condivide anche una responsabilità si diventa corresponsabili. Se si soffre insieme si vive la compassione… Ma pregare insieme, è possibile? E convertirsi insieme? Ci son cose che non si possono condividere. Ha la sua profonda verità il detto: si nasce e si muore da soli. Ma anche no. Limitiamoci alla preghiera: per la Quaresima abbiamo già pronti i propositi…