SantaMariaBeltrade.net

Leggi gli articoli della pagina

www.provincia.milano.it/formazione
HOME / APPROFONDIMENTI / Per riflettere...

IL DISCORSO DI PAPA FRANCESCO AL CONVEGNO DI FIRENZE

miniatura In occasione dell’incontro con i rappresentanti del 5° Convegno nazionale della Chiesa italiana a Firenze, lo scorso 10 novembre 2015 papa Francesco ha rivolto un discorso appassionato (come sempre semplice e non semplicistico, profondo ma comprensibile a chiunque) sul “nuovo umanesimo in Cristo Gesù” nel mondo di oggi.

Si tratta di un discorso che merita attenta riflessione da parte di tutti i cristiani, in particolare quelli che svolgono un servizio nella vita delle nostre Comunità pastorali. Se ne trova la trascrizione completa qui e l’intero filmato di 50 minuti qui.

Il testo – che riportiamo anche qui sotto in allegato – contiene un appello ai giovani, ma che vale per tutti: “Vi chiedo di essere costruttori dell’Italia, di mettervi al lavoro per un’Italia migliore. Non guardate dal balcone la vita, ma impegnatevi, immergetevi nell’ampio dialogo sociale e politico. Le mani della vostra fede si alzino verso il cielo, ma lo facciano mentre edificano una città costruita su rapporti in cui l’amore di Dio è il fondamento. E così sarete liberi di accettare le sfide dell’oggi, di vivere i cambiamenti e le trasformazioni”.

Allegato: papa-firenze-2015.pdf (38 kB)

IL CIBO E LA BIBBIA... CON DON ANDREA CIUCCI

miniatura Da tempo (e approfittando della ribalta dell’Expo Milano 2015), il “nostro” don Andrea Ciucci, nato e cresciuto nella nostra comunità fino alla sua ordinazione nel giugno 1992, si occupa dei... gustosi intrecci fra pranzo e tradizione cristiana (attenta al valore dell’incontro e della condivisione attorno a una mensa, materiale e spirituale... fino alla Messa!) nei volumi A tavola con Abramo: le ricette della Bibbia (San Paolo 2011) e In cucina con i santi: ricette di cielo e di terra (San Paolo 2013) insieme all’amico mons. Paolo Sartor.

Da questi libri sono state ricavate quattro facili ricette filmate, per il ciclo “Cibo che parla, la Bibbia in cucina” per la proposta Un attimo di pace della diocesi di Padova che aiuta a raggiungere gli adulti della città, recuperando “con gusto” sapori antichi e il valore del cibo dell’Antico Testamento: dopo il mangiare in Quaresima, ecco una minestra di lenticchie, nonché la macedonia di Gioele e naturalmente il pane azzimo.

Di recente don Andrea è anche apparso alle ore 7.30 nell’apertura della trasmissione mattutina “Bel tempo si spera” di TV 2000 il 17 aprile 2015 sulle ricette dei santi, il 24 aprile su quelle dei Papi, l’8 maggio su quelle delle mamme dei santi, il 15 maggio su quelle di don Bosco (e non soltanto)... senza contare la già storica apparizione con ricette in diretta su Rai 1 del 23 giugno 2012 in “A sua immagine” dopo l’uscita del primo libro, visibile qua!

A maggio 2015 è inoltre uscito un altro libro: uno scritto “in solitaria” per EDB Cibo che parla: Guida insolita per vivere la cucina (11 riflessioni serie ma gustose, presentato anche a Radio Vaticana e segnalato dal settimanale Panorama), mentre a giugno ne escono altri due, scritti ancora con mons. Sartor: Mangiare da Dio (una storia della Chiesa in 50 ricette) per San Paolo e Buona Notizia Family. Il Vangelo a casa nostra (su esperienze evangeliche in famiglia) per EDB... perché come noto “non di solo pane vive l'uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio”.

Lo scorso 1° giugno 2016 don Andrea è riapparso su TV 2000 a “Siamo noi” in un interessante dibattito su tradizioni, similitudini e differenze a tavola con le religioni.

L’UOMO DELLA SINDONE, UN MISTERO CHE CONTINUA AD AFFASCINARE

miniatura Domenica 19 aprile 2015 è iniziata una nuova Ostensione della Sindone, come sempre con la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Custode pontificio e arcivescovo di Torino, mons. Cesare Nosiglia, con i vescovi del Piemonte (in diretta su Rai 1 alle ore 11). Le visite si terranno poi dal pomeriggio al prossimo mercoledì 24 giugno, festa di san Giovanni Battista (patrono di Torino).

Il lenzuolo di lino conservato dal 1578 nel Duomo di Torino, sul quale è visibile l’immagine di un uomo che porta segni di torture compatibili con quelli della passione di Cristo (visti dalla tradizione cristiana come segni espliciti del lenzuolo che avvolse il suo corpo nel Sepolcro), non ha mai smesso di affascinare pontefici, ma anche uomini semplici, poeti e amanti della verità, nonché pellegrini di ogni tempo e luogo.

Il quotidiano Avvenire giovedì 16 aprile 2015 ha pubblicato un bell’articolo tratto da uno più ampio pubblicato sul mensile di arte e itinerari culturali Luoghi dell’Infinito di aprile: lo trovate anche a questo link.

GIORNATA DELLA SOLIDARIETÀ 2015, CONVEGNO DELLA VIGILIA

miniatura Nel 2015 la Giornata della Solidarietà acquista un significato particolare per prepararsi all’imminente appuntamento di Expo 2015.

Questione ecologica e rispetto dell’ambiente sono stati temi molto cari a Benedetto XVI. Nell’enciclica Caritas in veritate (2009) s’invoca un ruolo pubblico della Chiesa per far valere questa responsabilità per il creato: difendere la terra, l’acqua, l’aria come doni della creazione, appartenenti a tutti; e soprattutto difendere l’uomo contro la distruzione di se stesso (n.51).

Il primo che parlò di ecologia umana fu Paolo VI, in un’udienza del 1973; gli fece eco con forza raddoppiata Giovanni Paolo II nell’enciclica Centesimus Annus (1991). Su questa scia, papa Francesco ha denunciato la cultura dello scarto e la globalizzazione dell’indifferenza nell’esortazione apostolica Evangelii Gaudium (2013) n.53-54, che ha anche guidato la nostra riflessione.

A partire da queste intuizioni del recente magistero sociale della Chiesa, vogliamo ragionare nel tradizionale convegno della vigilia, in programma sabato 7 febbraio 2015 con il titolo “Non di solo pane... Quale solidarietà per un’ecologia umana” presso il Centro Congressi di Confcommercio nella Sala Colucci di corso Venezia 47 a Milano. Ci aiuteranno don Angelo Casati, con una riflessione poetico-sapienziale e Maria Letizia Gardoni, la giovane a capo di Coldiretti giovani impresa. A lei abbiamo chiesto di aiutarci a guardare con occhi di speranza la nostra realtà a partire dall’emergenza alimentare, dalle sfide dell’agricoltura e dal problema del consumo di suolo.

Questo appuntamento è pensato insieme alla Caritas Ambrosiana: qui sotto il volantino con tutti i dettagli, a cui nelle nostre due parrocchie si è aggiunto il testo letto alla fine delle Messe con gli Avvisi di domenica 8 febbraio.


“NON ESISTE LO SCONTRO DI CIVILTÀ, DOBBIAMO EVITARE ASSOLUTIZZAZIONI”

miniatura Dopo gli attacchi terroristici di Parigi, sul Corriere della Sera del 15 gennaio 2015 Marco Garzonio (presidente della Fondazione Ambrosianeum) ha intervistato padre Pierbattista Pizzaballa, 50 anni ad aprile, il francescano Custode di Terra Santa dal 2004, “erede della capacità d’incontro instaurata dal Santo di Assisi con il Saladino: l’altra faccia rispetto alle Crociate”.

“Gli atti di terrorismo che insanguinano il Medio Oriente e l’Europa”, dice il teologo e biblista nato nella Bergamasca, terra di papa Giovanni XXIII, “non sono frutto di uno scontro di civiltà. Questa è innanzitutto una guerra interna all’Islam. È inoltre la risposta sbagliata e drammatica di una parte dell’Islam alla modernità, ai problemi economici, morali, culturali che lo sviluppo pone”.

Qui sotto riportiamo l’intervista integrale, davvero interessante e un utile contributo alla pace e alla fratellanza fra i popoli.

Allegato: corriere_15-1-15.pdf (140 kB)

IL PAPA: “ATTENTI A NON DIVENTARE CRISTIANI TIEPIDI, COMODI O DELL’APPARENZA”

miniatura Le omelie di papa Francesco nella Messa mattutina a Casa Santa Marta (dove vive dalla sua) elezione sono sempre dirette ed esemplari, nella semplicità ma profondità del suo stile pastorale.

Nella sintesi di Radio Vaticana lo scorso 18 novembre 2014, il Pontefice ha sottolineato come i cristiani debbano sempre rispondere alla chiamata di Gesù alla conversione del cuore, altrimenti da peccatori diventano corrotti.

In particolare il Santo Padre (di cui Rai Storia ha realizzato un ottimo documentario sulle origini ecclesiali argentine) parla di “tre chiamate alla conversione”, che lo stesso Gesù fa “ai tiepidi, a quelli della comodità, a quelli dell’apparenza, a quelli che si credono ricchi ma sono poveri, non hanno niente, sono morti”.

Ma l’omelia va anche ascoltata dalla sua viva voce, qui.

Amministrazione
Aggiornato al 23/04 - info@beltradegabriele.net - Parrocchia Santa Maria Beltrade, tel. 02.26.14.34.89 - Parrocchia San Gabriele Arcangelo, tel. 02.284.29.29
xxx
Valid HTML 4.01! - Valid CSS! - Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - Contatore visitatori